Lavinium logo
Vinoclic
Esalazioni etilicheFollow laVINIum on FacebookFollow laVINIum on TwitterIscrizione Newsletter di LaviniumFeed RSSChi siamoMappa del sitoCerca nel sitoScriviciIn rete dall'anno 2000

Il vino nel bicchiere Le aziende vinicole

Notizie e attualità Mangio ergo sum Disciplinari e termini La vite fuori e dentro Le occasioni speciali Andiamo a vedere Fuori dal coro

Garantito IGP Carlo MacchiRoberto GiulianiLuciano Pignataro Stefano TesiKyle PhillipsLorenzo Colombo


laVINIum - i produttori
LE PIANE - Azienda Agricola Le Piane
Indirizzo...:
Via Cerri, 10 - 28010 Boca - Barraggia (NO)
Tel............:
+39 348 3354185
URL...........: www.bocapiane.com
e-mail......: info@bocapiane.com
Links:

English version (beta)

LE PIANE - Azienda Agricola Le PianelaVINIum - 05/2013
Che Christoph Künzli ci avesse visto lungo quando negli anni '90 fu folgorato dalla regione del Boca e intraprese l'attività di vitivinicoltore, è cosa ormai assodata. L'Italia non è certo nuova alle scoperte o riscoperte di nostre meraviglie da parte di gente venuta da altri Paesi, anche se in questo caso parliamo di un importatore e distributore proveniente dalla vicina Svizzera, precisamente da Interlaken. Christoph ha indubbiamente il merito di avere ravvivato e ripopolato questo piccolo territorio un tempo circondato da vigneti.
Il Boca rappresenta la denominazione principale e coinvolge cinque piccoli comuni: l'intero territorio di Boca e parte di quello di Maggiora, Cavallirio, Prato Sesia e Grignasco. Ultimamente in casa Le Piane è arrivato un nuovo vino, il Mimmo Rosso, dedicato al compianto Domenico che per anni ha dato il suo importante contributo all'azienda, il vino va ad accompagnare il Boca, il Piane e La Maggiorina e a completare una gamma di prodotti davvero preziosa.
E' indispensabile per chiunque sia appassionato di terre e di vini, fare una tappa nella terra del Boca, conoscere Christoph e tutti gli altri produttori (una decina), vedere il vigneto da cui nasce la Maggiorina, antico sistema locale di allevamento della vite, osservare alcuni vigneti impiantati sulla terra rosa perché ricca di porfido, farsi un giro nei boschi circostanti a caccia di vecchie piante di vite, cimeli di un tempo florido per la viticoltura, assaporare quei vini e scoprire che anche qui il grande nebbiolo ha molto da raccontare.

12/2007
Christoph Künzli, importatore e distributore svizzero, ebbe modo agli inizi degli anni '90 di conoscere e innamorarsi delle terre e della storia del Boca, una piccola doc che in passato aveva conosciuto un discreto successo. L'incontro con Antonio Cerri, il produttore che già negli anni '50 produceva quel rosso che nel 1969 si guadagnò la Doc, fu determinante. Antonio aveva un piccolo vigneto di poco più di mezzo ettaro, detto "Campo delle Piane", in un'area che nei tempi d'oro era circondata esclusivamente da vigneti, successivamente abbandonati e sostituiti da boschi, l'attuale Parco naturale del Monte Fenera. La varietà di vite che si trovava in quella vigna era chiamata "spanna", ma non è chiaro se si trattasse di un nebbiolo o fosse, piuttosto il frutto di una successione di incroci fra le viti presenti nella zona.
Christoph ebbe modo, insieme al suo amico enologo Alexander Trolf, di assaggiare tutte le annate che Cerri aveva prodotto e rimase sbalordito per le potenzialità e la qualità che questi vini possedevano, nonostante Cerri non disponesse certo di sofisticate attrezzature di cantina. Capì che quella era una zona molto vocata per la produzione di grandi vini, capaci di invecchiare benissimo. Antonio Cerri, ormai anziano e malato, non si sentì più di portare avanti il suo compito di vignaiolo e decise di cedere l'appezzamento vitato a Christoph perché il Boca potesse continuare ad esistere. Purtroppo Alexander Trolf, con il quale aveva iniziato un lavoro di selezione dei terreni migliori per riconvertirli a vigneto, morì in un brutto incidente, ma Künzli, ormai profondamente coinvolto, decise di continuare il lavoro da solo.
Così nel 1998 nacque l'azienda Le Piane, che oggi dispone di altre quattro zone a vigneto: Montalbano, Mottosergo, Traversagna e Valvecchi. Le Piane ha una superficie di 14.000 metri, è composta da 7000 piante allevate con sistema Guyot semplice, delle varietà nebbiolo 88%, vespolina 11% e uva rara 1%, e si trova ad un'altezza che va dai 420 ai 460 metri s.l.m., e comprende le aree denominate "Cerri" (impiantata negli anni '20 e ristrutturata da Christoph nel 2001) e "Meridiana" (impiantata tra il 1998 e il 1999) nel comune di Boca. Montalbano è stata impiantata nel 1915, con il sistema di allevamento detto "quadretto maggiorino", usato in queste zone da molti secoli e ancora presente in alcuni vecchi vigneti, è composto da quattro viti che si sviluppano secondo i quattro punti cardinali ed è stato perfezionato dall'architetto Antonelli (proprio quell'architetto che ha dato lustro con le sue opere al capoluogo piemontese), nato a Maggiora, comune che fa parte della zona di produzione del Boca. Mottosergo, che si trova ad un'altitudine di circa 440 metri s.l.m., ha una superficie di 14.300 metri ed è composto da 8200 piante, allevate con sistema Guyot semplice ed in parte a terrazza, delle varietà nebbiolo 85% e vespolina 15%. Il vigneto Traversagna si trova nel comune di Prato Sesia ad un'altezza che va dai 450 ai 470 metri s.l.m., e comprende le aree denominate "Chiò" (1973), "Alta Vecchia" (altro vigneto degli anni '20 ristrutturato nel 2004) e "Alta Nuova" e "Bassa" (2001-2004). Ha una superficie di 17.200 metri, ed è composto da 6000 piante, allevate con sistema Guyot semplice ed in parte a terrazza, delle varietà nebbiolo 72,5%, vespolina 27% e sirah 0,5%. Il Valvecchi, infine, si trova ad un'altezza che va dai 440 ai 490 metri s.l.m., nel comune di Boca. Ha una superficie di 10.000 metri, ed è composto da 3900 piante, allevate con sistema Guyot semplice ed in parte a terrazza, delle varietà Nebbiolo 62%, Vespolina 20%, uva rara 2%, Barbera, Sirah e Croatina 16%.
Da queste vigne, che stanno progressivamente entrando in produzione, Christoph ricava tre vini rossi, il Boca, il Colline Novaresi Le Piane (ottenuto principalmente da croatina di vigne di oltre 50 anni, nebbiolo al 30%, vespolina e uva rara per la parte rimanente) e il Colline Novaresi La Maggiorina (ottenuto da nebbiolo, croatina e piccole quantità di vespolina e uva rara).
L'azienda Le Piane, grazie all'impegno e alla bravura di Christoph Künzli, è divenuta un punto di riferimento ed elemento trainante per i produttori della zona.

Vini degustati - ultime degustazioni = ultime degustazioni Annata Prezzo Voto
BocaScheda vinoEtichetta vinoUltime degustazioni2008F@@@@@
BocaScheda vinoEtichetta vino2006F@@@@
BocaScheda vinoEtichetta vino2005F@@@@@
BocaScheda vinoEtichetta vino2003F@@@@
BocaScheda vinoEtichetta vino2002F@@@
BocaScheda vinoEtichetta vino1999F@@@
BocaScheda vinoEtichetta vino1998E@@@
Colline Novaresi PianeScheda vinoEtichetta vinoUltime degustazioni2009E@@@@
Colline Novaresi PianeScheda vinoEtichetta vino2007E@@@@
Colline Novaresi Rosso La MaggiorinaScheda vinoEtichetta vino2004C@@@
Colline Novaresi Rosso La MaggiorinaScheda vinoEtichetta vino2001C@@@
Colline Novaresi Rosso Le PianeScheda vinoEtichetta vino2005E@@@@
Colline Novaresi Rosso Le PianeScheda vinoEtichetta vino2004E@@@@
Mimmo RossoScheda vinoEtichetta vinoUltime degustazioni2010D@@@@
linea fine
© 2000-2014  laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito.
Il collegamento al data base della guida è vietato senza esplicita autorizzazione
della direzione editoriale.
lavinium@lavinium.com

Valid HTML 4.01 Transitional          Valid HTML 4.01 Transitional