Catarratto bianco comune

Origini:

Uno dei vitigni a bacca bianca più antichi presenti in Sicilia. Viene descritto dal Cupani nel 1696 e il Pastena (1970) ne identifica almeno quattro varietà, distinguibili per la diversa forma dei grappoli: Catarratto comune o latino, Catarratto lucido spargolo, Catarratto lucido serrato e Catarratto lucidissimo o extra lucido. Il più coltivato fra questi è il Catarratto lucido. Fra i numerosi sinonimi il Catarratto bertolaro, da bertola, cioè sacco per la sua elevata produttività e il Catarratto Corteddaro, da cortedala (testa). Il vitigno è presente in tutta la Sicilia, con particolare concentrazione nella provincia di Trapani.

 

Caratteristiche e esigenze ambientali e colturali:

Ha foglia media, pentagonale e quinquelobata; grappolo medio, cilindrico o conico, con una o due ali, raramente senza, semi-compatto o compatto, facilmente soggetto all'acinellatura e alla colatura; acino medio, sferoidale o ellissoidale, con buccia ricoperta blandamente di pruina, spessa, di colore giallo-dorata nella parte più esposta. Ha produzione abbondante ma incostante a causa dei fenomeni di acinellatura e colatura. I sistemi di allevamento più adatti sono a media espansione e ad alberello con potatura mista o corta.

Malattie e avversità:

E' abbastanza resistente sia alle malattie crittogamiche che ai parassiti più comuni.

Segue, per regione, un elenco di tutte le D.O.C. e D.O.C.G. dove è consentito l'utilizzo di questo vitigno e una selezione di produttori che ne fanno uso in almeno uno dei loro vini.

Sicilia:
 - Alcamo - min. 60% (bianco, spumante e vendemmia tardiva), min. 80% (classico), min. 85% (con menzione del vitigno)
 - Contea di Sclafani - min. 50% (bianco), min. 85% (con menzione del vitigno)
 - Etna - max. 40%
 - Marsala - 0÷100%

Produttori di interesse:

 - Calatrasi
 - Cantina Sociale di Trapani
 - Marco De Bartoli
 - Donnafugata
 - Duca di Salaparuta
 - Firriato
 - Grasso
 - Miceli
 - Milazzo
 - Salvatore Murana
 - Pollara
 - Rapitalà
 - Vincenzo Russo
 - Settesoli
 - Spadafora
 - Tasca d'Almerita

Guida dei vitigni
© laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito.
Il collegamento al data base della guida è vietato senza esplicita autorizzazione
della direzione editoriale.
lavinium@lavinium.com