Guida dei vitigni

   Corvina Veronese

Varietà a bacca rossa originaria della Valpolicella. E' diffusa in tutto il Veronese, ma è presente anche in Lombardia nella zona del Garda. Ha molte sottovarietà fra cui la Corvina piccola (o Corvina gentile), la Corvina media, la Cruina e la Corvina grossa (che non va confusa con il Corvinone). I sinonimi più conosciuti sono Corba, Corbina, Corgnola, Corvina Nera, Corvina Reale, Corvina Doppia e Rizza. Il vino prodotto con quest'uva in purezza è di colore rubino intenso, corposo e ricco di sapori. E' un vitigno vigoroso, di fioritura tardiva, che matura tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre e di buona resistenza al freddo invernale. Durante il processo di appassimento, per la produzione del Recioto e dell'Amarone, è spesso soggetta all'attacco della Botrytis cinerea, a causa della compattezza dei grappoli. Ha foglia di media grandezza, pentagonale e pentalobata; grappolo medio, cilindrico piramidale, compatto, spesso provvisto di un'ala pronunciata; acino medio, con buccia spessa, di colore blu-violetto, ricoperta di abbondante pruina.    

Segue, per regione, un elenco di tutte le D.O.C. nelle quali è consentito l'utilizzo di questo vitigno e una selezione di produttori che ne fanno uso in almeno uno dei loro vini.

Lombardia

Garda Classico o Garda - 85%÷100% (con menzione del vitigno)

Veneto

Bardolino - 35÷65%

Bardolino Superiore - 35÷65%

Valpolicella (anche Valpantena) - 40%÷70%

Produttori di interesse: Allegrini, Stefano Accordini, Romano Dal Forno, Masi, F.lli Tedeschi, Luigi Brunelli, Bertani, F.lli Zeni, Corte Sant'Alda, Giuseppe Quintarelli, Giacomo Montresor, Zenato, Sartori, Viviani, Le Ragose, Tommaso Bussola, Ca' Rugate, F.lli Degani, Giuseppe Lonardi, Santi, Trabucchi, Le Salette, Lorenzo Begali, Brigaldara, F.lli Speri, Massimo Venturini, Tommasi Viticoltori

Guida dei vitigni