lavinium Dop Sicilia

Sicilia

Ortofrutta e cereali

POMODORO DI PACHINO (IGP)

Pomodoro di PachinoArea di produzione - l'intero territorio comunale di Pachino e Porto Palo di Capo Passero e parte dei territori comunali di Noto (Siracusa) ed Ispica (Ragusa).
Caratteristiche al consumo - i frutti devono appartenere alle categorie merceologiche "extra" e "prima" e devono essere interi, di aspetto fresco, sani (sono esclusi i prodotti affetti da marciume o che presentino alterazioni tali da renderli inadatti al consumo), puliti, privi di sostanze estranee visibili, privi di odori e/o sapori estranei.
Metodo di produzione - la coltivazione del "Pomodoro di Pachino" deve essere effettuata in ambiente protetto (serre e/o tunnel ricoperti con film di polietilene o altro materiale di copertura); quando la coltivazione viene effettuata nel periodo estivo la coltura può essere protetta da idonee strutture ricoperte con rete anti-insetto. La tecnica di coltivazione prevede le seguenti fasi: il trapianto si esegue da agosto a febbraio, tranne per la tipologia cherry che si può effettuare tutto l'anno; la densità d'impianto è di 2-6 piante per mq; le piantine devono essere fornite da vivai specializzati ed autorizzati dall'Osservatorio per le malattie delle piante. E' consentito l'uso di piantine innestate; la forma di allevamento deve essere in verticale, ad una o più branche; durante il ciclo si esegue la potatura verde consistente nell'asportazione delle foglie senescenti e germogli ascellari; è ammessa l'operazione colturale di cimatura; l'irrigazione è effettuata con acque di falda prelevate da pozzi ricadenti nel comprensorio delimitato. La qualità dell'acqua è caratterizzata da una salinità che varia da 1.500 a 10.000 ms; l'impollinazione può essere agevolata per via fisica, chimica o entomofila; è vietato l'uso di qualsiasi sostanza ormonale che abbia azione diversa da quella allegante; la raccolta viene effettuata manualmente ogni 3-4 giorni a seconda delle condizioni climatiche. La produzione massima consentita non deve superare i seguenti quantitativi per tipologia: pomodoro tondo liscio: 100t/Ha, pomodoro costoluto: 75t/Ha, pomodoro ciliegino o cherry: 50t/Ha.