Lavinium Guida ai vitigni

Bosco

BoscoOrigini:

Bisogna risalire al Bollettino Ampelografico del 1883 per trovare il nome di questo vitigno menzionato tra le varietà coltivate nella provincia di Genova, ciò nonostante non si hanno a oggi informazioni sicure sulla sua origine. Il nome potrebbe derivare dai racconti di alcuni che affermano sia stato importato nelle Cinque Terre tramite tralci prelevati dal bosco della Villa dei Marchesi Durazzo a Genova.

Caratteristiche e esigenze ambientali e colturali: Ha foglia media, pentagonale e quinquelobata; grappolo medio o medio-grande, conico allungato con ali evidenti, è soggetto a colatura pertanto può essere da spargolo a molto spargolo; l'acino è di dimensioni medie, ellissoidale, con buccia spessa ricca di pruina, di colore verde-grigio giallastro, tendente a imbrunirsi nella parte esposta al sole. Il succo ha sapore erbaceo ma non sgradevole. Predilige terreni collinari asciutti, ha produzione buona ma condizionata dalla colatura ed acinellatura dei grappoli. Il sistema di allevamento tradizionale è a pergola.

Malattie e avversità: Ha buona tolleranza alla peronospora e al marciume acido, meno all'oidio.