Guida dei vitigni
   Fiano

Vitigno  a bacca bianca, originario dell'Italia meridionale, presso Lapėo, ad est di Avellino. Il suo nome deriva con molta probabilitā dalle uve "apianae". Se ne ottengono vini robusti e di buona finezza aromatica. Ha foglia orbicolare, di media grandezza, trilobata o pentalobata; grappolo piccolo o medio, serrato, piramidale con un'ala piuttosto sviluppata; acino medio, ellissoidale, con buccia resistente giallo dorata, con scarsa pruina. Ha buona vigoria e dā ottimi risultati in terreni di origine vulcanica. Matura tra fine settembre e inizio ottobre. Se ne conoscono molti sinonimi fra cui Fiore Mendillo, Santa Sofia, Minutola, Fiana o Foiana, Latino Bianco.

Segue, per regione,  un elenco di tutte le D.O.C. e D.O.C.G. dove č consentito l'utilizzo di questo vitigno e una selezione di produttori che ne fanno uso in almeno uno dei loro vini.

Campania

Cilento - 60-65%

Fiano di Avellino - da solo o in uvaggio (almeno l'85%)

Penisola Sorrentina - in uvaggio

Sannio - da solo o in uvaggio

Produttori di interesse: Mastroberardino, Alessandro De Conciliis, Cantine Grotta del Sole, Luigi Maffini, Feudi di San Gregorio, Antonio Caggiano, Giovanni Struzziero

Puglia

Locorotondo - in uvaggio

Martina o Martina Franca - in uvaggio    

Guida dei vitigni