Guida dei vitigni
   Nasco

E' uno dei vitigni a bacca bianca più antichi della Sardegna. Il suo nome potrebbe derivare dal latino "Muscus", da cui i termini dialettali Nuscu, Nascu. La sua diffusione limitata all'entroterra del porto di Karales lascia supporre che sia arrivato nell'isola tramite questo approdo. Il vino che se ne produce ha un caratteristico sentore "muschiato", ancor meglio esaltato da un eventuale residuo zuccherino (non a caso la tipologia più frequente è come vino da dessert). Ha foglia media, orbicolare, pentalobata, di colore verde medio; grappolo medio, semi-serrato o semi-spargolo, cilindrico-conico, spesso alato, con due ali marcate e piramidale; acino medio, rotondo, con buccia sottile e morbida, giallo dorata, spesso con screziature marroni e buona presenza di pruina. Ha vigoria media, ma scarsa produttività e poca resistenza ai parassiti. 

 

Sardegna

Nasco di Cagliari - in purezza

Produttori di interesse: Antonio Argiolas, Cantina Sociale di Santadi, Tenute Sella & Mosca

Guida dei vitigni