Negro amaro

Negro amaro

Origini:

Vitigno a bacca nera di origini incerte, forse introdotto dai greci nella zona Ionica. Il suo nome deriva dal termine dialettale "niuru maru", per il caratteristico colore nero dell'acino e il sapore ticamente amarognolo del vino che se ne ricava. E' molto diffuso in Puglia, in particolare nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto. E' anche detto negroamaro, ma ha molti altri sinonimi fra cui nicra amaro, abruzzese, uva cane, arbese, albese, nero leccese, jonico, mangiaverde. E' la sesta uva a bacca nera coltivata in Italia, con circa 32.000 ha.

 

Caratteristiche e esigenze ambientali e colturali:

Ha foglia grande, pentagonale, quinquelobata o trilobata; grappolo medio, di forma tronco-conica, corto e serrato, raramente con un'ala; acino medio-grande, obovoide, con buccia pruinosa, spessa e consistente, di colore nero-violaceo. Ha produzione abbondante e costante, predilige terreni calcareo-argillosi, ma si adatta bene anche ad altri tipi di terreni e a climi caldi e aridi. Viene allevato prevalentemente ad alberello e a tendone, con potatura lunga o corta.

Malattie e avversitÓ:

E' piuttosto sensibile alla botrytis e, in annate sfavorevoli, facilmente attaccabile dalla tignola; resiste discretamente alle brinate, Ŕ poco sensibile all'oidio e alla peronospora

Segue, per regione, un elenco di tutte le D.O.C. e D.O.C.G. dove Ŕ consentito l'utilizzo di questo vitigno e una selezione di produttori che ne fanno uso in almeno uno dei loro vini.

Puglia

Alezio - 80¸100%

Brindisi - 70¸100%

Copertino - 70¸100%

Galatina - 65¸100% (rosso), 85¸100% (con menzione del vitigno)

Gioia del Colle - max 40%

Leverano - 50¸100%

Lizzano - 60¸80% (rosso), 85¸100% (con menzione del vitigno)

Matino - 70¸100%

Nard˛ - 80¸100%

Rosso di Cerignola - 15¸30%

Salice Salentino - 80¸100%

Squinzano - 70¸100%

Produttori consigliati

Borgo Canale, Rosa del Golfo, Michele Cal˛ & Figli, Santa Barbara, Castel di Salve, Pervini, Marco Maci-La Mea, Agricole Vallone, Francesco Candido, Bonsegna, Tenute Albano Carrisi, Leone de Castris, Accademia dei Racemi, Tenute Rubino, Conti Zecca, Libra, Cosimo Taurino, Masseria Monaci, CÓntele, Torrevento, Felline, Duca Carlo Guarini, Cantina Due Palme

Guida dei vitigni