Ortrugo

Origini:

Altrugo de Rovescala, Barbesina, Barbesino bianco, Barbsin bianco, Trebbiano di Tortona, Vernasino bianco, Vernesina, sono alcuni dei numerosi sinonimi attribuiti a questa varietà a bacca bianca, coltivata prevalentemente nella provincia di Piacenza. Nel Bollettino Ampelografico del Ministero dell'Agricoltura veniva riportato come Altrugo o Artrugo (1881) da cui ha probabilmente origine il nome attuale. L'Anderson lo cita con l'appellativo "rispettabile" e il Toni (1927) è il primo a parlarne come vitigno bianco da vino coltivato appunto in provincia di Piacenza. Per un certo periodo l'Ortrugo ha avuto una buona diffusione in tutta l'Emilia, ma oggi ha perso importanza e si trova più facilmente mescolato ad altre varietà, fra cui la Malvasia bianca.

 

Caratteristiche e esigenze ambientali e colturali:

Ha foglia grande, leggermente reniforme, trilobata o, più raramente, pentalobata; grappolo grande, cilindrico-conico, molto compatto e spesso con un'ala; acino medio, sferoidale con buccia pruinosa, consistente e molto resistente, con l'epidermide giallo-verdastra leggermente punteggiata. Necessita di terreni a medio impasto, moderatamente calcarei e non umidi, soprattutto durante la maturazione della pianta. Ha una produzione molto abbondante e costante, il sistema di allevamento migliore è il Guyot con potatura mista.

Malattie e avversità:

A causa della sua notevole compattezza, che non gli consente una buona aerazione, e' piuttosto sensibile al marciume. Può subire l'attacco della tignoletta, è sensibile alla carenza di magnesio e al disseccamento del rachide.

Segue, per regione, un elenco di tutte le D.O.C. e D.O.C.G. dove è consentito l'utilizzo di questo vitigno e una selezione di produttori che ne fanno uso in almeno uno dei loro vini.

Emilia Romagna:
- Colli Piacentini - 20-50% (Bianco Monterosso Val d'Arda), 20-65% (Bianco Valnure), 35-65% (Bianco Trebbianino Val Trebbia), min. 80% (Vin Santo), min. 60% (Vin Santo di Vigoleno), min. 90% (monovarietale con menzione del vitigno)

Produttori di interesse:

  - Bonelli
  - Cardinali
  - La Tosa
  - Mossi
  - Oppizzi
  - Tenuta Pernice
  - Torre Fornello
  - Zerioli
Guida dei vitigni
© laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito.
Il collegamento al data base della guida è vietato senza esplicita autorizzazione
della direzione editoriale.
lavinium@lavinium.com