Guida dei vitigni

   Pignolo 

Antico vitigno a bacca nera originario del Friuli. Il Pignolo (detto anche Pignul) deriva il suo nome dalla particolare conformazione del grappolo. E' stato più volte citato nella storia della viticoltura dal Gallesio (1817-19), dall'Acerbi (1825), da Odart (1849) e dal Di Rovasenda (1877). Ha foglia piccola, trilobata (a volte anche pentalobata); grappolo di piccole dimensioni, cilindrico, semplice e serrato; acino piccolo, rotondo, buccia pruinosa e spessa, di colore nero. Ha media vigoria e dà i migliori risultati in terreni argilloso-calcarei ed in annate piuttosto calde. La produzione è scarsa ma costante.

Segue  un elenco di tutte le D.O.C. dove è consentito l'utilizzo di questo vitigno e una selezione di produttori che ne fanno uso in almeno uno dei loro vini.

Friuli V.G.

Colli Orientali del Friuli - 85-100% (Pignolo)

 

Produttori di interesse: Walter Filiputti, Girolamo Dorigo, Le Vigne di Zamò, Davide Moschioni

Guida dei vitigni